Principale Film Film / Zulù

Film / Zulù

  • Film Zul%C3%B9

img/film/38/film-zulu.jpeg Cole privato: Perché dobbiamo essere noi? Perché noi? Sergente a colori Bourne: Perché siamo qui, ragazzo. Nessun altro. Solo noi.Annuncio:

Un classico film di guerra del 1964 ambientato durante la guerra anglo-zulu, diretto da Cy Endfield e con Michael Caine nel suo ruolo da protagonista. Il cast comprende anche Stanley Baker, Jack Hawkins, Ulla Jacobsson e James Booth.

Basato su fatti realmente accaduti, il film è la storia di un Last Stand che i difensori sono riusciti a vincere. La battaglia di Rorke's Drift fu il risultato della battaglia di Isandlwana, in cui il corpo di spedizione britannico del 2000 inviato per schiacciare gli Zulu era stato distrutto da una combinazione di abile guida Zulu di legioni di guerrieri senza paura e l'incompetenza dei comandanti britannici. 139 soldati britannici in una cascina, lì assegnati a proteggere i coloniali e feriti (circa un terzo dei 139) resistettero per 12 ore a 4-5.000 zulù. La battaglia si svolge ancora oggi come una delle migliori difese di tutta la storia. Undici dei soldati hanno ottenuto il VC, il numero più alto di questa medaglia mai assegnato per una singola azione.

Annuncio:

Fu seguito quindici anni dopo da un prequel, Zulù Alba , sulla disastrosa battaglia di Isandlwana avvenuta lo stesso giorno. Il film è uscito nel centenario della battaglia. È stato scritto da Cy Endfield e interpretato da Burt Lancaster , Peter O'Toole e Bob Hoskins , ed è generalmente considerato una storia migliore ma il film inferiore. È anche molto più apertamente critico nei confronti della guerra anglo-zulu, sottolineando il fatto che gli inglesi hanno istigato la guerra per impadronirsi dello Zululand.


Annuncio:

Tropi:

  • Capelli anni '70: Beh... il 18 comunque anni '70. Le lunghe basette degli uomini non sarebbero fuori posto un secolo dopo.
  • Anacronismo Stufato : A causa della mancanza di fucili Martini-Henry o .570 a salve, una buona parte delle armi brandite dalle forze britanniche nel film sono in realtà anacronistiche Lee-Enfield Mark è con la rivista rivelatrice rimossa, così come Webley Mk . VI revolver, non introdotti fino al 1915. Ciò è dovuto alla mancanza di revolver Beaumont-Adams funzionali utilizzati nella battaglia vera e propria.
  • Licenza Artistica – Storia :
    • Il 24 ° reggimento è identificato come un reggimento gallese, ma in realtà era prevalentemente inglese con gallesi e irlandesi che riempivano i ranghi. Non sarebbero stati conosciuti come i South Wales Borderers fino a due anni dopo la battaglia.
    • Il ritratto del sergente di colore Bourne nei panni di un imponente soldato veterano di mezza età. Il vero Bourne era in realtà di corporatura esile e poco più che ventenne (era, infatti, il più giovane sergente di colore dell'esercito britannico all'epoca). Era anche abbastanza giovane da essere l'ultimo sopravvissuto alla battaglia, morendo il 9 maggio 1945 (abbastanza giustamente, il giorno dopo la vittoria della guerra in Europa).
    • Gli Zulu non hanno caricato a capofitto i fucilieri britannici con nient'altro che lance e scudi su terreno aperto, il che è parte del motivo per cui hanno vinto a Isandlwana e gli eventi del film sono accaduti in primo luogo. Usarono rocce e terreno accidentato come copertura fino a quando non furono a pochi metri dalle posizioni britanniche, poi caricarono i fucilieri con le loro lance.
    • Il vero commissario Dalton non era lo spacciatore perfido che il film gli mostra. In realtà era un ex soldato esperto che potrebbe aver convinto Chard e Bromhead a non abbandonare la posizione a favore di fortificarla e difenderla.
    • Il film fa sembrare che l'esercito principale di Cesthawayo abbia vinto la battaglia di Isandlwana, quindi sia sceso su Rorke's Drift. In realtà la forza zulu attaccante era un impi di riserva che non era stato impegnato a Isandlwana e disobbedì agli ordini di attraversare il Natal e attaccare gli inglesi.
    • La rappresentazione di Private Hook era così offensivamente sbagliata (nella vita reale era un soldato modello e astemio) che sua figlia ha abbandonato la prima del film.
    • Otto Wit non era un pacifista (aiutò i soldati britannici a pianificare la loro difesa) né un ubriacone, e se ne andò solo per allertare la sua famiglia alla sua fattoria un po' di distanza (anche lui non era vedovo o aveva un adulto figlia; aveva tre figli all'epoca, il più grande dei quali aveva sette anni).
    • Scongiurato nel caso del tenente Bromhead, che viene spesso descritto come parzialmente sordo. Secondo uno dei libri più dettagliati e completi su Rorke's Drift, questa sembra essere stata un'interpretazione errata dei resoconti principali secondo cui Bromhead era stato ritirato e silenzioso dopo la battaglia nei confronti degli ufficiali assegnati ai rinforzi. Questi sono sintomi che potrebbero facilmente essere il risultato di PTSD (che non aveva un nome negli anni '70 dell'Ottocento) rispetto alla sordità.
    • Sebbene i canti/canti di guerra dei duelli siano un buon film, sarebbe del tutto impreciso. Sia gli inglesi che gli Zulu presero abbastanza seriamente la disciplina dell'esercito durante la battaglia.
  • Bad Vibrations: 'Dannatamente divertente. È... è come un treno in lontananza.'
  • Bash Brothers: Chard e Bromhead iniziano il film incapaci di sopportarsi a vicenda, ma alla fine si sono dimostrati una coppia formidabile e formano un rispetto reciproco.
  • Canto di battaglia: i canti di battaglia dei guerrieri Zulu (che includono anche il colpo di scudo) prima della battaglia finale sono famigerati; forse potrebbe adattarsi anche l'interpretazione a gola piena della canzone 'Men of Harlech' (realizzata in risposta ai canti Zulu) dai soldati gallesi.
  • Diventare la maschera: durante la scena 'Men of Harlech' vedi dozzine di soldati stanchi e demoralizzati che si sono arruolati perché nessun altro era abbastanza povero per il lavoro, convertendosi nei Proud Warrior Race Guys di cui cantavano. Se guardi da vicino gli Zulu puoi vedere quanti sono ovviamente dei giovani che escono per la prima volta. Stanno diventando anche la maschera.
  • Carnage senza sangue: in pratica, gli effetti speciali degli anni '60 non sarebbero stati all'altezza della sfida di fingere centinaia di baionette e ferite da proiettili di grosso calibro su comparse Zulu a torso nudo, quindi non viene mostrato sangue da questo. Tuttavia le punte di lancia e le baionette ne hanno alcune.
  • Entrambe le parti hanno ragione: mentre le nostre simpatie sono per i protagonisti che stanno ovviamente cercando di evitare di essere massacrati, allo stesso tempo il film evita deliberatamente di diffamare le forze Zulu; stanno combattendo contro i boeri e l'impero britannico che cercano di impossessarsi delle loro terre, ei fanti stanno seguendo gli ordini dei loro capi tanto quanto gli inglesi.
  • La cavalleria: piuttosto crudelmente sovvertita. Una grande forza di cavalieri arriva al forte...poi fugge di fronte all'esercito Zulu.
    • Va notato che storicamente la cavalleria ha effettivamente combattuto nelle fasi iniziali della battaglia prima di essere costretta a ritirarsi per mancanza di munizioni per le proprie carabine. Anche l'unità di cavalleria era composta principalmente da cavalieri neri piuttosto che da contadini bianchi come raffigurato nel film.
  • Medico da combattimento: il chirurgo Reynolds, che non combatte mai, ma nemmeno sussulta alla vista di orde di guerrieri Zulu arrabbiati che si riversano nel suo ospedale improvvisato.
  • Fantastico vs. Fantastico: Britannico contro Zulu. Anche i loro cori sono maschili.
  • Scontro culturale: Margareta Witt è scoraggiata dalla cerimonia del matrimonio di massa Zulu, chiedendosi perché le giovani donne si permettano di sposarsi con uomini anziani. Suo padre le ricorda che molte giovani donne in Europa hanno combinato matrimoni con uomini ricchi, e forse è meglio la via zulù, poiché sanno che otterranno un coraggioso uomo fuori di esso.
  • Linguista astuto: Adendorff dà consigli culturali.
  • Darkest Africa: si svolge lì.
  • Snarker impassibile:
    • Bromhead, proprio così. Bietola: Non si preoccupi, signorina Witt. All'esercito non piace più di un disastro in un giorno. Bromhead: Ha un brutto aspetto sui giornali e sconvolge i civili durante le loro colazioni.
    • Anche Adendorff ha i suoi momenti. Bromhead: Ne abbiamo caduti almeno sessanta! Adendorff: Ne restano solo 3.940.
  • Protagonista dell'esca: Il film inizia con Otto Wick e sua figlia Margareta che guardano una cerimonia di matrimonio di massa Zulu. Saresti perdonato per aver pensato che saranno più coinvolti nella trama del film, ma presto l'attenzione si sposta sui soldati a Rourke's Drift.
  • Sporco codardo:
    • Il soldato Henry Hook è ritratto così finché non cambia idea e diventa un eroe, salvando la vita di almeno una dozzina di pazienti in ospedale.
  • L'ingegnere: Il tenente Chard era solo un ingegnere reale assegnato a Rourke's Drift per costruire un ponte sul fiume Buffalo.
  • Guardiamarina Newbie: Bromhead, anche se nella vita reale sia lui che il tenente Chard erano inversioni: erano vecchio per il loro grado, essendo stati ripetutamente ignorati per la promozione in quanto difficilmente ammontano a molto. Si dice spesso che Bromhead fosse almeno parzialmente sordo, ma l'ultimo studio autorevole della campagna del 1879 suggerisce che si trattasse di un'interpretazione errata di Bromhead che soffriva di disturbo da stress post-traumatico subito dopo la battaglia.
  • Prefigurazione: il personaggio boero fa alcune osservazioni di Deadpan Snarker sugli inglesi e i boeri che combattono dalla stessa parte per adesso , uniti contro un nemico comune. Ma suggerisce che dopo la guerra con gli Zulu, le cose potrebbero essere diverse. In Real Life, la prima guerra boera è avvenuta poco più di un anno dopo. Questa fu una diretta conseguenza del modo maldestro con cui gli inglesi perseguirono la Guerra Zulu, seguita da un fallito accordo di pace e dall'amministrazione britannica che cercava di accaparrarsi ciò che poteva dopo il crollo dell'Impero Zulu. Questo alienò i boeri del Transvaal e li spinse a una rivolta aperta. E venti anni dopo la guerra zulù...
  • Farla finita con: Alla fine del film, i difensori sono esausti e per lo più feriti, e gli Zulu si mettono in massa sulla collina avversaria e iniziano un canto. L'ufficiale britannico in carica grida ai 'bastardi' di attaccare, perché li prendono in giro? La guida boera allora inizia a sorridere, va a sedersi accanto a lui e gli dice che non è una provocazione, è una saluto . E tutti scoppiano a ridere di sollievo.
  • Hell Is That Noise: Il primo accenno dell'avvicinarsi delle forze Zulu è il suono di loro che battono sui loro scudi; Bromhead, innervosito per la prima volta nel film, dice che sembra un treno in arrivo. Gli Zulu continuano a farlo più volte come guerra psicologica, terrorizzando i soldati dell'avamposto.
  • Upgrade da villain storico: Henry Hook non era l'ubriacone codardo che il film lo ritraeva, ma un soldato modello.
  • Impaled with Extreme Prejudice: cosa si fanno gli inglesi e gli Zulu ogni volta che lo Zerg Rush degli Zulu riesce a superare la dakka degli inglesi.
  • Jerk with a Heart of Gold : Bromhead trascorre la prima ora o giù di lì del film facendo lo snob, intitolato cazzo a Chard, dandogli consigli rovesci e agendo deliberatamente nel modo più inutile possibile. Quando la realtà condivisa della loro situazione finalmente lo schiaffeggia in faccia, si dimostra un ufficiale coraggioso e capace che arriva a riconoscere le capacità di Chard e, alla fine del film, i due sono diventati Bash Brothers.
  • Laughing Mad: Dopo un giorno e una notte attaccati da Zulu, Bromhead inizia ad avere un caso di risatine quando sembra che stiano per il Round 2, solo per sentirsi dire che stanno effettivamente salutando gli inglesi.
  • Loveable Rogue : Private Hook (il vero Hook era un astemio che va in chiesa, e le sue anziane figlie erano non felice per il modo in cui il film ha interpretato il loro padre). Il personaggio immaginario di 'Private Hook' è stato mostrato mentre eseguiva le azioni di molti dei soldati detenuti storici della vita reale.
  • Minored In Ass Kicking : Bromhead, sebbene ritratto come un ufficiale aristocratico il cui lavoro è esattamente quello del comando e della leadership, è abile con la sua pistola e in un momento particolarmente terribile scambia la sua spada (intesa come distintivo di grado), per un fucile e si unisce ai ranghi del plotone volante per respingere Zulus che viola il perimetro.
  • Mohs Scale of Violence Hardness : Ha un punteggio di 4, perché il sangue non è una vista rara durante le scene di battaglia. Detto questo, avrebbe potuto essere valutato più in alto se la violenza in esso contenuta fosse sembrata più realistica.
  • Più Dakka: La tattica principale degli inglesi.
  • Nipple and Dimed : Le prime proiezioni televisive di questo film lo hanno proiettato allegramente nella sua interezza, inclusa la sequenza del matrimonio di massa all'inizio in cui diverse centinaia di guerrieri Zulu ballano fino al matrimonio con una linea di diverse centinaia di fanciulle Zulu molto esuberanti e rimbalzanti. In base al principio delle tribù africane menzionato altrove, questa scena prolungata di pulcritudine dell'Africa meridionale è stata sempre lasciata, indipendentemente dall'ora del giorno della proiezione, per tutti gli anni '70, '80 e '90. Eppure, all'inizio degli anni 2000, tutto questo è cambiato bruscamente e la TV britannica ha adottato una versione rigorosamente censurata con tutto il topless rimbalzante tralasciato. Non è stato fornito alcun motivo chiaro per questo cambiamento di idea da parte delle emittenti, ed è stato evidente che sono state lasciate scene grafiche successive che raffiguravano il massacro di massa di guerrieri Zulu sotto la potenza dei fucili britannici concentrati.
  • Non così diverso: la scena di 'Men of Harlech' che enfatizza la reciproca somiglianza di guerra tra gli inglesi e gli zulù.
  • Oh merda!: I soldati britannici hanno una reazione appropriata quando vedono per la prima volta il enorme L'esercito Zulu li affronta sulle cime delle colline.
    • Il pubblico ne ottiene uno quando vediamo un gruppo di guerrieri Zulu sdraiati proni. Poi uno si alza e indica il forte... con un fucile.
  • Pet the Dog: Cesthawayo salva i Witt dall'essere uccisi mentre scoppia la guerra. Fa persino giustiziare uno dei suoi uomini per aiutarli a fuggire.
  • Planet of Steves: discusso da alcuni soldati. I gallesi hanno una gamma piuttosto limitata di nomi, quindi i soldati con nomi simili usano i loro numeri di serie per evitare confusione.
  • Proud Warrior Race Guy: sia gli inglesi che gli zulù. Più o meno tutto il punto del film.
  • Saccheggio: gli zulu vengono mostrati mentre truccano i morti britannici a Isandlwana.
  • Eroe dell'orologio di punzonatura/Il cattivo dell'orologio: Entrambe le parti sono soldati che svolgono i rispettivi lavori per i rispettivi paesi. Non si ritiene nemmeno necessario preoccuparsi di quale governo abbia ragione dal punto di vista politico.
  • Voto M per Manly : Manly Zulu che combatte il virile esercito britannico in un modo molto virile.
  • Ne consegue la realtà:
    • Gli Zulu sono abbastanza pragmatici da togliere fucili e munizioni ai morti britannici a Isandlwana e portarli a Rorke's Drift. Quella che era iniziata come una battaglia di pistole contro lance si trasforma in una lotta di pistole contro altre pistole . Dopo la sorpresa iniziale (perché i difensori non si aspettavano che gli Zulu avessero i fucili depredati), la realtà si fa sentire e non è così decisiva: solo perché gli Zulu sanno sparare e ricaricare i fucili non immediatamente rendili tiratori esperti, che richiede un addestramento prolungato. Uno degli ufficiali britannici nota che gli Zulu per fortuna non sono grandi tiratori (non hanno mai avuto esperienza di sparare con i fucili prima. Uno storico della guerra osserva che senza addestramento, gli Zulu non capivano come allineare o calibrare i mirini del fucile , non si rendeva conto a cosa servissero, e semplicemente indicò il bersaglio e sparò - la maggior parte dei proiettili quindi andò irrimediabilmente a lato). Si rendono anche conto che il comandante Zulu non farà sparare i suoi pochi uomini con i fucili contemporaneamente che la sua forza principale si lancia con le lance, per paura di colpire i suoi stessi uomini.
      • Anche così, più di un paio di volte i fucilieri Zulu sono fortunati con le loro sparatorie e diversi soldati britannici lo scoprono a proprie spese.
    • In un esempio molto meno drammatico, quando gli inglesi si preparano a incontrare gli Zulu per la prima volta, Bromhead ordina loro di aggiustare le baionette, cosa che fanno in un preciso stile di formazione... e uno degli uomini lascia cadere la sua.
  • La realtà non ha sottotitoli: i dialoghi e i canti di Zulu non sono tradotti.
  • I veri uomini amano Gesù: il sergente a colori Bourne invia freddamente Zulus con la sua baionetta, comanda schiere di fucilieri e cita il Salmo 46 prima della battaglia.
  • Uomo nero spaventoso: gli zulù. Molto molto giustificato dalla vita reale.
  • Sergente Rock: Il sergente a colori Bourne è l'immagine del tropo. Anche il caporale Allen, sebbene non sia un sergente, si qualifica.
  • Soldato contro Guerriero: gli inglesi vengono mostrati mentre sparano raffiche controllate in cui gli Zulu avanzano in modo individualistico. Un po' una sovversione anche se un boero dice agli inglesi senza mezzi termini che gli Zulu non sono una semplice banda da guerra, ma sono essi stessi una forza irreggimentata e disciplinata che combatte con una dottrina tattica ben sviluppata ed efficace. Anche perché gli Zulu si mostrano meno organizzati nei ranghi in marcia, in battaglia sono più che capaci di attacchi coordinati come mostrato quando un soldato britannico in mischia con uno zulu viene ucciso in una pugnalata alle spalle da dietro dal suo vicino amico.
  • That Makes Me Feel Angry : Interpretato per il pathos nella scena in cui il sergente di colore Bourne prende il registro. Bourne: Becket?
    1° Soldato: È ferito, signore.
    2° Soldato: Sta morendo, signore.
    3° Soldato: È triste.
    Bourne: [ con sorprendente dolcezza ] Abbassa la voce.
  • Potenziamento musicale a tema: Men of Harlech. Pochi secondi prima, la guarnigione britannica viene visibilmente demoralizzato dal canto di guerra Zulu. Poi iniziano a cantare, ed è come una guerra psicologica No-Sell.
  • War Is Hell: 'Pensi che potrei sopportare questo cortile del macellaio più di una volta?'
    • In effetti, lo ha fatto. Il vero John Chard era presente anche per il finale della guerra, la battaglia di Ulundi.
  • Abbiamo delle Riserve: Gli Zulu. Ce ne sono così tanti che sono in grado di spenderne diversi semplicemente per testare la forza di fuoco degli inglesi.
  • Che spreco insensato di vita umana: un paio di volte e sbagliato su entrambi i fronti.
  • Degno avversario:
    • Gli Zulu sembrano radunarsi di nuovo per spazzare via gli inglesi, ma si scopre che stanno salutando gli inglesi per il loro coraggio prima di partire definitivamente. Questa è una piccola invenzione : nella vita reale gli Zulu se ne andarono perché in primo luogo non avrebbero dovuto essere lì: il principe Dabulamanzi, il comandante Zulu delle forze armate, era il fratellastro di re Cetshwayo, e noto per la sua avventatezza e aggressività comportamento di comando. In effetti, l'attacco a Rorke's Drift è stata una diretta violazione degli ordini del re, in particolare che le forze Zulu dovevano agire solo in difesa dello Zululand e in nessun caso per invadere il territorio controllato dagli inglesi. In realtà, lo Zulu era appena scomparso all'alba dopo l'attacco finale, e solo un altro Zulu impi fu brevemente avvistato dagli uomini, ritirandosi circa un'ora prima dei rinforzi britannici.
    • Chard è ferito e va in cura. Dice a Bromhead che ora è al comando e aggiunge: 'È quello che volevi, vero?'
  • Sei il numero 6: I soldati Jones si riferiscono l'un l'altro con i numeri di serie 593 e 716. Incontriamo anche 612 Williams. Nei reggimenti gallesi, dove moltissime persone potevano essere chiamate Williams o Owen o Jones (il Galles non ha molti cognomi), questa era, e rimane, una pratica standard. Sebbene gli stessi Tom preferiscano usare soprannomi distintivi ove possibile. L'invenzione tende a svanire dopo la trentesima Williams...
  • Zerg Rush: Ancora e ancora, la tattica principale degli Zulu, anche se più per necessità che per ignoranza. All'inizio del film, Chard, Bromhead e Ardendorff discutono delle tattiche di avvolgimento degli Zulu e decidono che fortificarsi all'interno della missione nega il vantaggio del nemico. Quando il tentativo dello Zulu di attirare gli inglesi fuori dalle difese fallisce, Cesthawayo mette in azione i suoi fucilieri, il che ha un effetto limitato. Solo allora gli aggressori ricorrono agli assalti frontali.

Tropes che si applicano a Zulù Alba :

  • Bambini soldato: pur non prestando servizio in un ruolo di combattimento, l'esercito britannico ha bambini che prestano servizio in ruoli di supporto. Non sopravvivono.
  • Tortura a sangue freddo: l'esercito britannico cerca di ottenere informazioni dai tre Zulu che catturano picchiandoli a morte. Gli Zulu pensavano che sarebbe successo e lo pianificarono.
  • Sviluppare personaggi condannati: La prima parte del film ci introduce a diversi personaggi. La maggior parte di loro non arriverà ai titoli di coda.
  • Sergente istruttore Nasty: E anche un sergente di colore Nasty. Il soldato Williams è distratto durante la parata dall'ex che urla a un contingente indigeno, quindi il CSN lo manda dal sergente istruttore per dire 'Ti amo più del mio sergente di colore'. Viene quindi costretto a correre per il campo tenendo il fucile sopra la testa finché non crolla.
  • Affronta la morte con dignità: Pulleine sta scrivendo una lettera a sua moglie mentre gli Zulu hanno invaso tutto. Uno irrompe nella sua tenda e Pulleine mette da parte la sua pistola e lascia che l'uomo lo pugnali.
  • Le guardie devono essere pazze: o semplicemente troppo stupide per vivere. Si allontanano, lasciando i loro tre prigionieri seduti e escogitando una via di fuga. Quindi, quando uno inizia a gridare (la vecchia routine 'guardie! Guardie!'), solo uno si avvicina e viene disposto. Il suo amico è troppo impegnato a fissare le colline per notare come gli Zulu si liberano, uccidono la guardia e scappano.
  • Cattivo handicappato: Durnford ha un solo braccio funzionante, ma è ancora un combattente capace e resiste a lungo nella battaglia di Islandwana prima di essere abbattuto.
  • Hate Sink: Non è affatto una rappresentazione lusinghiera di Lord Chelmsford. È un idiota arrogante e idiota che sembra trascorrere quasi ogni momento libero guardando male qualcuno, o ignorando i consigli solo perché, alla fine, porta al massacro di Isandlwana. In nessun momento mostra qualcosa che si avvicini a un tratto simpatico.
  • Esperto ignorato: un boero e suo figlio, che hanno già assistito al combattimento contro gli Zulu (e hanno le cicatrici dell'assegai per dimostrarlo) suggeriscono una tecnica difensiva per far girare i loro carri in un laager. Chelmsford li ignora.
  • Miles Gloriosus : Il commerciante che incontra gli esploratori Zulu ha affermato di essere stato seguito da una dozzina di loro, quando gli inglesi possono vedere che era seguito solo da tre o quattro. Rende le sue affermazioni che aveva visto più dubbie.
  • Oh merda!: Una reazione perfettamente sensata nel trovare diverse migliaia di Zulu armati proprio sopra di te.
  • Only Sane Man: Diversi personaggi occupano questa posizione. Il vescovo Colenso che cerca di convincere Bartle Frere a non iniziare la guerra. Durnford, essendo apparentemente l'unico ufficiale di alto rango a capire e come combattere gli Zulu. Hamilton-Brown, che è apertamente disgustato dall'arroganza e dal rifiuto di Chelmsford di prendersi cura del benessere dei suoi soldati. Harford, che cerca disperatamente di far inviare rinforzi al Pulliene in inferiorità numerica e viene continuamente respinto, e infine il giornalista Norris Newman che prevede correttamente esattamente cosa accadrà quando Chelmsford dividerà le sue forze.
  • Spara al Messaggero: il figlio di Cetshwayo gli chiede di uccidere il messaggero che trasmette il punto di vista dell'Impero Britannico sugli Zulu. Cetshwayo no.
  • Priorità distorte:
    • Un problema comune con il quartiermastro nella colonna. Un lavoratore indigeno annega nel fiume? Beh, ha del fango su tutti i proiettili. Più tardi, durante la battaglia, si rifiuta di distribuire proiettili ai soldati fuori turno, anche quando loro Bisogno quei proiettili perché gli Zulu li stanno scavalcando proprio in quel momento.
    • Chelmsford. Dopo aver appena vagato in un territorio ostile e diviso le sue forze, decide di accamparsi, fare un pranzo leggero e farsi abbozzare la sua foto. Ignora i messaggi di 'siamo sotto attacco' perché è troppo occupato a riempirsi la faccia.
    • Crealock rimprovera il tenente Harford di essersi allarmato quando trasmette il messaggio di truppe invase.
  • Sguardo da mille yarde: La scena finale del film è Chelmsford che vaga tra le rovine del campo di Isandlwana, fissando la devastazione che le sue decisioni sbagliate hanno contribuito a causare.
  • Twit di classe superiore: Lord Chelmsford e la maggior parte dei suoi ufficiali. Ridono tutti dell'unico uomo sano di mente al pranzo, che li invita a mangiare mentre le truppe hanno fame (e la reazione di Chelmsford è quella di schernire l'uomo perché si è 'comportato male' e Irlandesi. Ironico anche, visto che Chelmsford è interpretato dall'irlandese Peter O'Toole)
  • Zerg Rush: come prima, la principale tattica di battaglia degli Zulu. E per loro funziona. Gli inglesi hanno pistole, cannoni e mortai, e loro ancora esaurisci i proiettili e vieni sopraffatto.

Articoli Interessanti